Non un pediluvio qualsiasi

Non un pediluvio qualsiasi

Come vi accennavo questa mattina, questa sera preparatevi a non un pediluvio qualsiasi!

Da Domenica è iniziata l’estate e le temperature si sono alzate notevolmente!

A sera, ci ritroviamo con gambe gonfie e stanchezza cronica.

Tra le pratiche esterne più efficaci contro gambe gonfie, stanchezza e cellulite oltre la frizione vi è il pediluvio.

Non il solito pediluvio ma quello con lo zenzero!

Si esatto, in un prossimo articolo approfondiremo questa radice e tutti  i suoi benefici, ora intanto torniamo a noi:

Il pediluvio con lo zenzero prevede:

  • Una bacinella di acqua calda (non bollente)
  • Due cucchiai di succo di zenzero – fresco!

Si riempie la bacinella con l’acqua calda e si aggiunge il succo di zenzero. Si immergono i piedi fin sopra la caviglia, anche fino a metà polpaccio e si lasciano immersi per 5-10 minuti.

Asciugare massaggiando con decisione e insistendo sull’alluce.

Ripetere ogni sera, o una sera sì e una no.

Importante

È importante immergere tutta la caviglia e anche un po’ più su, perché ci sono dei punti di agopuntura collocati sul meridiano più su della caviglia,più o meno a un terzo di distanza tra caviglia e ginocchio. ( Approfondiremo questo tema sia in un altro articolo, sia durante la diretta con la dottoressa Bianca Guarino settimana prossima)

Se soffri di diabete o di problemi cardiaci, o se sei in gravidanza, evita il pediluvio con lo zenzero e gli impacchi di zenzero.

Come preparare il succo di zenzero

Prendere un pezzo di radice fresca, spazzolarla bene sotto l’acqua (non è necessario lavarla se BIO) e grattugiarla.

Spremere la polpa grattugiata.